Deliberazions di popul te Capitâl furlane

Note ARENGUM/ARENGO/RENC pe stampe taliane – Udin, 8 Novembar 2019

ECCO LE DELIBERE DELL’ARENGO UDINESE 2019!

Pubblicati i pronunciamenti del parlamento popolare cittadino del capoluogo del Friuli Storico.

Giovedì 7 novembre 2019, sono state pubblicate, mediante deposito presso gli Uffici comunali udinesi, le delibere del rinnovato “Arengum” o Arengo/Renc della cittadinanza locale, assemblea popolare partecipativa del capoluogo friulano, riunitasi in seduta ordinaria il 30 settembre 2019, nella prestigiosa Sala del Consiglio di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, in borgo Gemona, ospite della Scuola Superiore dell’Ateneo locale. La pubblicazione di dette delibere è seguita alla consegna in Municipio dei verbali della stessa tornata, a firma del “Camerarius” o Cameraro/Cjamerâr, presidente dell’Assemblea arengaria, prof.ssa Renata D’Aronco, e del “Camerarius” o Cameraro/Cjamerâr, segretario assembleare, prof. Alberto Travain. A seguire i testi del deliberato.

ESORTAZIONE in ordine a revisione politico-istituzionale e culturale-identitaria dei cosiddetti Consigli di Quartiere udinesi (arengumutini300919.1.1.1).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a rivedere in senso democratico partecipativo-rappresentativo la nuova istituzione dei cosiddetti Consigli di Quartiere, oggi di nomina politico-amministrativa, e di ridisegnarne la ripartizione territoriale su basi storiche, attualizzando concettualmente anche un tradizionale sistema radiale-concentrico associante aree urbane e suburbane, alla stregua di quanto già avviene in seno alla citata assemblea arengaria, allo scopo di riproporre antichi legami in un quadro auspicato di consolidamento culturale-identitario della comunità cittadina. Con ciò si eleva fiera protesta per la mancata eppure promessa considerazione delle pregresse istanze arengarie in materia di autonomie civiche articolate e partecipate”.

DICHIARAZIONE in ordine ad impegno arengario diretto a promozione sociale della coscienza storica delle località del Comune di Udine (arengumutini300919.2.13.1).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara di volersi impegnare direttamente a promozione sociale della coscienza storica relativa alle diverse località del Comune, anche coinvolgendo i Consigli di Quartiere e le Parrocchie e mirando segnatamente ai giovani”.

ESORTAZIONE in ordine ad istituzione ed accreditamento di un Arengo civico studentesco (arengumutini300919.3.1.2).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine oltreché gli Istituti scolastici municipali a farsi carico di promuovere l’istituzione e l’accreditamento di un Arengo civico studentesco, esemplato sulle tradizioni democratiche partecipative della città, proficuo eventuale sviluppo ed approfondimento della già avviata realtà del Consiglio Comunale dei Ragazzi in una prospettiva laboratoriale di vera cittadinanza attiva, radicata, inclusiva”.

ESORTAZIONE in ordine a verifica di salubrità del servizio di pubblico trasporto urbano (arengumutini300919.4.1.3).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a farsi carico di verificare e di rappresentare efficacemente presso la SAF Autoservizi F.V.G. S.p.A oltreché all’indirizzo di Istituzioni terze preposte alla tutela della salute pubblica, il profondo disagio arrecato all’utenza bus cittadina, in particolare a quella costretta a lunghi tragitti, dal reiterato impiego di veicoli dotati di sistemi di ventilazione/riscaldamento con bocchettoni situati in capo ai sedili ossia sulle teste dei passeggeri, tra l’altro, nel quadro di sistemi automatizzati, che non permettono, a richiesta, agevoli modulazioni da parte del personale di vettura: ciò a garanzia di salubrità di base del servizio di pubblico trasporto”.

ESORTAZIONE in ordine ad incentivazione dell’uso popolare del mezzo pubblico (arengumutini300919.5.13.2).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine ad incentivare l’uso popolare del mezzo pubblico facendosi carico di assicurare, in collaborazione con la SAF Autoservizi F.V.G. S.p.A., condizioni più economiche per il trasporto bus oltreché maggiore comodità di collegamento anche festivo tra le diverse località del territorio e dell’hinterland della città”.

ESORTAZIONE in ordine a promozione dell’obbligo scolastico dell’insegnamento di culture, lingue ed idiomi locali (arengumutini300919.6.1.4).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a farsi carico di promuovere, nelle appropriate sedi normative, disposizioni che configurino come obbligatorio e non discriminante, nella formazione curricolare delle scuole dell’obbligo, l’insegnamento ancorché sommario di culture, lingue ed idiomi locali, ad imparziale ed inclusivo rafforzamento della coesione territoriale, auspicando anche un diretto impegno della Municipalità ad incentivo di un’educazione linguistica integrante, oltre alla lingua friulana standard, un’efficace pratica dei dialetti udinesi friulano e veneto”.

ESORTAZIONE in ordine a tutela della verità storica delle matrici locali della tragedia letteraria di Giulietta e Romeo (arengumutini300919.7.1.5).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a farsi carico di tutelare le verità storiche inerenti alle matrici udinesi e friulane della famosa vicenda letteraria di Giulietta e Romeo, a fronte anche di reiterati e perniciosi travisamenti circa l’appartenenza familiare dei personaggi ed i luoghi degli avvenimenti ispiranti il celebre dramma shakespeariano, mistificazioni operanti a detrimento della già contrastata credibilità dell’assunto concernente le origini locali dell’universalmente nota tragedia d’amore”.

ESORTAZIONE in ordine a celebrazione istituzionale dell’ottavo centenario della concezione del Parlamento friulano (1219-2019) (arengumutini300919.8.1.6).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a voler celebrare l’ottavo centenario della concezione del Parlamento friulano (1219-2019) disponendo, con adeguato apparato didascalico nelle lingue dell’antico Stato aquileiese, la collocazione, in Castello, all’ingresso ovvero all’interno dell’aula parlamentare, dello stemma lapideo del suo supremo legislatore, il patriarca-principe Marquardo di Randeck, promulgatore delle celeberrime Costituzioni del Friuli, il cui blasone ora è anonimamente abbandonato all’oblio nella cosiddetta Sala degli Stemmi in custodia ai Civici Musei cittadini”.

ESORTAZIONE in ordine a rispettoso contegno istituzionale comunale nei riguardi dell’assemblea arengaria cittadina (arengumutini300919.9.1.7).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a serbare rispettoso contegno ed effettivi intenti collaborativi nei riguardi dei deliberati della suddetta assemblea arengaria nonché delle magistrature espresse dalla medesima, ricordando in particolare gli impegni assunti dalle principali parti politico-amministrative prima del ballottaggio siglante le elezioni comunali 2018”.

ESORTAZIONE in ordine a valorizzazione di obliato cimelio araldico della Crudel Zobia Grassa (arengumutini300919.10.1.8).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a provvedere affinché i Civici Musei dispongano collocazione adeguata e onorevole per il blasone lapideo del casato Gubertini, fregio testimone di momenti particolarmente salienti della grande rivolta popolare friulana del Giovedì Grasso 1511 eppure da decenni letteralmente gettato alle ortiche, ai piedi delle mura settentrionali del Castello udinese”.

ESORTAZIONE in ordine a ricollocazione della vera originale del pozzo udinese di San Giovanni, importante cimelio della Crudel Zobia Grassa (arengumutini300919.11.1.9).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a provvedere al ricollocamento in piazzetta de Puppi della vera originale del pozzo udinese di San Giovanni, epicentro della celeberrima rivolta popolare friulana del Giovedì Grasso 1511, vera da decenni assurdamente condannata all’anonimato in piazzetta Belloni”.

ESORTAZIONE in ordine a valorizzazione degli affreschi udinesi celebrativi delle mitiche origini troiane locali (arengumutini300919.12.1.10).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a garantire adeguata valorizzazione culturale, con destinazione civica e turistica, per gli affreschi rimandanti al mito di dirette origini troiane custoditi nella pinacoteca del Castello, eccezionale cimelio identitario riferibile all’etnogenesi leggendaria dell’antico agro aquileiese oltreché richiami valoriali autonomistici e resistenziali connessi alla migliore tradizione del luogo”.

ESORTAZIONE in ordine a valorizzazione culturale delle maggiori sedi politico-istituzionali della storia friulana (arengumutini300919.13.1.11).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a promuovere, in Castello, un’adeguata ed interconnessa valorizzazione culturale, a scopi civici e turistici, dei siti storico-politici della Sala del Parlamento e della Casa della Contadinanza, richiamo alle massime eccellenze politico-istituzionali della civiltà friulana”.

DICHIARAZIONE in ordine all’istituzione della Giornata friulana di mobilitazione contro la precarietà (arengumutini300919.14.1.12).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara la scadenza del 31 gennaio Giornata friulana di mobilitazione contro la precarietà, commemorativa del suicidio del giovane corregionale Michele Valentini, avvenuto nel 2017 quale atto di protesta estremo in faccia al precariato lavorativo ed esistenziale contemporaneo”.

ESORTAZIONE in ordine a ritiro dell’ambasciatore italiano in Egitto e chiusura delle rappresentanze diplomatiche egiziane in Italia sino a soluzione del Caso Regeni (arengumutini300919.15.1.13).
“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta il Governo italiano a ritirare l’ambasciatore in Egitto ed a chiudere le sedi diplomatiche di quel Paese in Italia sino a quando non si pervenga credibilmente a verità e giustizia sul caso del giovane ricercatore friulano dott. Giulio Regeni da Fiumicello, impunemente massacrato in quello Stato nel 2016: ciò si dichiara anche sollecitando in tal senso Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine”.

DICHIARAZIONE in ordine all’esemplare condotta del giovane sportivo friulano Manuel Bortuzzo (arengumutini300919.16.1.14).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara suprema stima nei confronti del giovane sportivo friulano Manuel Bortuzzo, irriducibile campione di nuoto costretto in carrozzella dalla pistola omicida di due balordi romani nel febbraio 2019, fulgido esempio di costruttiva e coraggiosa speranza oltreché d’incrollabile volontà di superare, per quanto possibile, l’assurda tragedia, idealmente come fecero i suoi corregionali quando reagirono conclamatamente al devastante terremoto del 1976: ciò si afferma anche sollecitando in tal senso Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine, a rappresentare l’omaggio del Friuli ad un figlio valorosissimo”.

DICHIARAZIONE in ordine ad appoggio alle istanze ecologiste di lotta all’inquinamento globale (arengumutini300919.17.1.15).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara piena adesione alle istanze ecologiste di lotta all’inquinamento globale promosse dal movimento ambientalista giovanile ispirato dall’attivista svedese Greta Thunberg, associando anche a detta adesione l’apprezzamento e la gratitudine per l’attivismo impegnato in mille declinazioni locali della lotta mondiale a difesa dei beni ambientali e citando per tutti il nome del giovane studente friulano, Aran Cosentino, che, in questi anni, riuscì a salvare il patrimonio naturale del torrente Alberone dalle alienazioni derivanti dal progetto di una centrale idroelettrica. Ciò si dichiara sollecitando, inoltre, in tal senso Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine, quanto meno a voler corrispondere all’avanzata istanza studentesca di significative piantumazioni di alberi da correlarsi possibilmente ad iniziative di coinvolgimento e responsabilizzazione diretta della gioventù”.

ESORTAZIONE in ordine ad adeguata celebrazione istituzionale del ventiduesimo centenario di fondazione latina della Madre Aquileia (arengumutini300919.18.1.16).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a celebrare specificamente e adeguatamente il ventiduesimo centenario di fondazione latina della città-madre aquileiese (181 a.C. – 2019) oltreché della genesi leggendaria della sua insegna, divenuta in seguito bandiera di Friulanità e di fratellanza transfrontaliera”.

ESORTAZIONE in ordine ad adeguata commemorazione istituzionale del sesto centenario della conquista veneziana di Udine e del Friuli (arengumutini300919.19.1.17).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a commemorare specificamente e adeguatamente il sesto centenario della conquista veneziana di Udine e del Friuli (1420-2020)”.

ESORTAZIONE in ordine ad adeguata sistemazione del sito dell’icona del Patrono Civile in Sala del Popolo a Palazzo D’Aronco (arengumutini300919.20.1.18).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a provvedere a coerente maggior decoro, in Sala del Popolo di Palazzo D’Aronco, del sito dell’icona laica del patriarca aquileiese Bertrando di Saint Geniès, Patrono Civile municipale, meta di civiche visite e cerimonie commemorative”.

ESORTAZIONE in ordine a valorizzazione del sito dell’antica loggia civica dei Borghi Superiori (arengumutini300919.21.1.19).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a far collocare alla confluenza di Via Tiberio Deciani con Via Anton Lazzaro Moro adeguata cartellonistica commemorativa del sito storico dell’antica loggia civica rionale dei Borghi Superiori, pregnante luogo delle antiche democrazie rustiche inglobate nella municipalità urbana”.

ESORTAZIONE in ordine a tutela dell’antica ancona mariana di Via Cividale (arengumutini300919.22.1.20).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a voler promuovere restauro e tutela dell’antica ancona mariana di Via Cividale, angolo Via Brigata Re, sito commemorativo anche di remote e generose resistenze civiche contro eserciti invasori”.

ESORTAZIONE in ordine a disagi registrati tra l’utenza della Stazione udinese (arengumutini300919.23.2.1).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine oltreché Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ad attivarsi efficacemente affinché sia ovviato ai disagi registrati spesso tra l’utenza della Stazione udinese, innazitutto inerenti ad altezza eccessiva dei gradini d’accesso ai treni e ad assenza di scivolo o ascensore per adito ai binari, rilevandosi inoltre lo squallore di un atrio privo di confacenti attività commerciali ed il disappunto per l’annosa chiusura di sottopassaggi di collegamento”.

ESORTAZIONE in ordine a garanzie di ottimizzazione dell’assistenza infermieristica delle degenze ospedaliere (arengumutini300919.24.2.2).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine nonché la Direzione della locale Azienda Sanitaria Universitaria Integrata ad assicurare uniformemente i migliori impegno e controllo nel settore dell’assistenza infermieristica delle degenze ospedaliere, in particolare nelle ore notturne, oltre a qualificata parità di trattamento in presenza o assenza di presidio familiare dei ricoverati”.

RINNOVO DICHIARAZIONE in ordine a rispetto delle volontà testamentarie Ciceri (arengumutini300919.25.2.3).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, rinnova pregressa dichiarazione arengaria (arengumutini290917.27.7_9.4) a morale sostegno di attuazione fedele delle volontà testamentarie della compianta prof.ssa Andreina Nicoloso Ciceri, donante al Comune di Tricesimo proprietà e beni destinati alla realizzazione di una preziosa biblioteca pubblica utile allo studio della cultura friulana”.

DICHIARAZIONE in ordine a degrado della tomba udinese del benemerito architetto Raimondo D’Aronco (arengumutini300919.26.2.4).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara presa d’atto dell’oggettivo degrado della tomba udinese del celeberrimo architetto friulano Raimondo D’Aronco, benemerito della città, con impegno ad attivarsi per trovare soluzioni”.

ESORTAZIONE in ordine a garanzia e presidio contro le infezioni ospedaliere (arengumutini300919.27.1.21).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine nonché la Direzione della locale Azienda Sanitaria Universitaria Integrata a voler garantire e presidiare seriamente prevenzione efficace, anche a livello udinese, contro le infezioni ospedaliere, vergogna della sanità pubblica”.

ESORTAZIONE in ordine ad incremento della videosorveglianza a fini di utile presidio della civica sicurezza (arengumutini300919.28.1.22).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a provvedere ad incremento della pubblica videosorveglianza nonché ad incentivo di lecite istallazioni videoricognitive private, a scopi di utile presidio della sicurezza”.

ESORTAZIONE in ordine a ottimizzazione dei servizi sociali sul territorio (arengumutini300919.29.11.1).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, esorta Sindaco, Giunta e Consiglio del Comune di Udine a volere ottimizzare una mobilitazione efficace ed incisiva dei servizi sociali locali in tema di gestione e contenimento del disagio e della profuganza accolti sul territorio”.

DICHIARAZIONE in ordine a natura e ruolo del Consesso arengario udinese (arengumutini300919.30.1.23).

“Titolare della Capitale del Friuli Storico ed erede morale della cosmopolita grande metropoli alpino-adriatica di Aquileia, la cittadinanza udinese, riunita in arengo il 30 settembre 2019 presso la prestigiosa sede universitaria locale di Palazzo di Polcenigo o Garzolini di Toppo Wassermann, dichiara il Consesso arengario quale difensore degli interessi di una cittadinanza udinese indipendente dalle volontà del Palazzo, rappresentanza, quindi, di fronte alle Amministrazioni, di un libero corpo civico, senza soggezioni e con scopi, per quanto possibile, collaborativi, implicanti debito rispetto da parte delle Istituzioni”.

Precedente Delibere di popolo nella Capitale friulana